Misteriosi filamenti caduti dal cielo! Fenomeno naturale o chimico? In evidenza

Scritto da Write on Mercoledì, 17 Luglio 2013 Pubblicato in Foto Letto 353 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)

MISTERIOSI FILAMENTI CADUTI DAL CIELO! FENOMENO NATURALE O CHIMICO?

In diverse località del mondo sono state raccolte segnalazioni relative alla caduta di “strani filamenti” dal cielo. La spiegazione ufficiale vuole che si tratti di una naturale migrazione di ragni (spider ballooning), ma la composizione dei filamenti non sembra essere di originale naturale......

Su prati, campi, alberi, frutta verdura, su automobili, panni, un pò dovunque si vedono depositarsi fili bianchi e/o trasparenti. Cosa sono questi filamenti?

Il fenomeno osservato ha indotto diverse persone a raccogliere campioni e chiedere risposte a spese loro. Più di una volta è stato accertata, filmata e documentata la caduta dal cielo di queste fibre. Le analisi di campioni raccolti rilevavano ogni volta la loro natura artificiale, probabile risultato di un processo di polimerizzazione di sostanze organiche (bio-polimeri di sintesi). Le ipotesi sulla loro origine ed uso erano varie, ma nulla di certo.

Recentemente sono state eseguite nuove analisi su vari campioni,raccolti in diverse località della Francia; la novità è che sembrano dimostrare uno stretto legame tra i filamenti e l’aeronautica.

 

Più si riesce a studiare un singolo materiale con tecniche diverse, meglio è, in quanto aiuta a scovare eventuali vizi presenti in una singola tecnica, a superare le naturali limitazioni strumentali imposte dalla singola tecnica e pertanto aiuta ad acquisire informazioni più solide sulla natura e sulle diverse proprietà del materiale.

Non trattandosi di materiale conosciuto, non resta che continuare con il lavoro di caratterizzazione iniziato e approfondire ulteriormente la natura dei materiali, magari anche da un punto di vista fisico e biologico, e prevedere delle comparazioni con altri materiali naturali e sintetici noti, per fare emergere eventuali similitudini e/o differenze.

E la strada che si è proposta un gruppo di cittadini.

L’associazione l’ACSEIPICA , promotrice dell’iniziativa promette ulteriori dati in un prossimo futuro ( ha a disposizione un dossier di 74 pagine)

COMUNICATO STAMPA ACSEIPICA

(Associazione cittadina per il monitoraggio, lo studio e l’informazione dei programmi d’intervenzione climatica e atmosferica)

 Dei filamenti atmosferici aero-portati, raccolti al suolo ai quattro angoli della Francia,a fine 2012, da semplici cittadini, sono stati confidati ad AnAlytikA (Centro Indipendente d’Investigazione e Perizia in Chimica Organica, situato a Cuers, Var, Francia).

Il rapporto d’analisi, recentemente pubblicato da AnAlytikA, apporta le prove scientifiche dell’origine antropica dei suddetti filamenti.

Tra i numerosi componenti organici rivelati figurano diverse molecole conosciute per il loro utilizzo nella composizione dei carburanti e lubrificanti dei reattori d’aeronautica, nonchè diversi ftalati, perturbatori endocriniani.

Bernard Tailliez, fondatore e Direttore Scientifico di AnAlytikA, si dichiara preoccupato, poiché le sue investigazioni rivelano l’esistenza di una nuova forma d’inquinamento atmosferico, direttamente imputabile al traffico aereo.

La comunità scientifica e le autorità competenti,ora informate, devono rapidamente approfondire la conoscenza dell’origine e delle conseguenze, sanitarie e climatiche, di questa forma di inquinamento atmosferico. E pubblicare le loro conclusioni, poichè: “L’obbligazione di subire dà il diritto di sapere” (Jean Rostand).

AnAlytikA ringrazia l’associazione ACSEIPICA ed i cittadini che hanno partecipato alla raccolta dei campioni e al finanziamento delle investigazioni : senza tale coinvolgimento cittadino la problematica in questione non avrebbe risvegliato l’attenzione delle autorità.

Il fenomeno potrebbe, in qualche modo essere collegato al "Morghellons", in cui alcuni soggetti (diversi i casi in Italia) abbiamo riscontrato filamenti che addirittura fuoriscivano dal proprio corpo, suggestione? Inquinamento chimico? Difficile dire se ci sia correlazione tra i due fenomeni, ma indubbiamente nulla di tutto ciò sembra essre di origine naturale........

Devi effettuare il login per inviare commenti